Home Articoli RADIOEMBOLIZZAZIONE EPATICA: Il ruolo del TSRM nell’Oncologia Interventistica

RADIOEMBOLIZZAZIONE EPATICA: Il ruolo del TSRM nell’Oncologia Interventistica

115
0

Cari Soci e Sostenitori, vi segnaliamo il video il RUOLO DEL TSRM NELL’ONCOLOGIA INTERVENTISTICA

“La presentazione è stata esposta durante la Sessione dedicata ai tumori epatici del Convegno di Oncologia Interventistica, presieduto dal Dott. Cosmo Damiano Gadaleta, che si è tenuto il 28 e 29 novembre 2018 presso l’Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” di Bari: “I TUMORI NON OPERABILI DEL FEGATO E DEL PANCREAS – Terapie Interventistiche e Mediche Integrate: Stato dell’Arte e Nuove Prospettive Terapeutiche“.
Le due giornate hanno fatto emergere una grande realtà multidisciplinare, multifattoriale e multi-professionale fondamentale per lo sviluppo di trattamenti innovativi, una continua ricerca clinica e una spinta collaborazione con altri enti d’eccellenza. Un modello operativo che è già un riferimento a cui guardano esperti di settore onde replicarlo in Italia e oltralpe.
Tra i relatori e moderatori è intervenuto anche il prof. Giuseppe Rubini, Direttore della U.O.C. di Medicina Nucleare del Policlinico di Bari, con cui è stata inaugurata la potente radioterapia interna per la cura dei tumori epatici non operabili e resistenti alla chemioterapia e creato il SIRTeam composto da più figure professionali per arruolare, studiare e seguire i pazienti trattati e/o da candidare a Radioembolizzazione.
Molto interesse hanno suscitato i dati esposti dagli Oncologi Medici, Oncologi Interventisti, Medici Nucleari, Fisici, TSRM e Infermieri che da tempo fanno Squadra comune nella lotta contro il cancro.”
I nostri preparatissimi colleghi TSRM, Giuseppe Laricchia, Pasquale Molinari e Gianmarco Falagario, ci spiegano in dettaglio il RUOLO del TECNICO di RADIOLOGIA in Oncologia Interventistica.

BUONA VISIONE